Modello aggiunto al confronto

Vai al confronto

Modello rimosso dal confronto

Sono già presenti 5 modelli per il confronto, non è possibile aggiungerne altri

Vai al confronto

Macgest - Trattori e macchine agricole, con un click

2018

19

JCB è pronta per lo stage V

Scegliendo una soluzione DOC, DPF e SCR la divisione Power System del Gruppo risponde ai requisiti in termini di emissioni che entreranno in vigore dal 2019

Fonte: JCB

Da gennaio 2019 per le potenze inferiori a 75 CV e superiori a 175 CV saranno in vigore i nuovi standard europei Stage V. Un anno dopo, da gennaio 2020, sarà il turno delle potenze comprese tra 75 e 175 CV.

JCB Power System, per soddisfare la normativa europea, utilizzerà per i suoi motori una tecnologia per il controllo del particolato di ultima generazione che incorpora catalizzatore di ossidazione diesel DOC, filtro antiparticolato integrato DPF e riduzione catalitica selettiva SCR.

Tutti i motori JCB Stage V sono stati progettati per adattarsi all'interno del cofano motore esistente e non richiedono la riprogettazione dei modelli di macchine esistenti.

"I motori JCB hanno sistemi di combustione a bassa emissione e alta efficienza sviluppati fin dagli Stage IIIB o Tier 4", ha dichiarato Alan Tolley, group director of engines di JCB.
"Questo significa - ha proseguito - che abbiamo iniziato lo sviluppo dei nuovi motori Stage V da un buon punto di partenza. La tecnologia di controllo del particolato adottata da JCB è caratterizzata da combustione a basso contenuto di particolato, catalizzatore di ossidazione, filtro e sistema integrato di controllo del motore e della rigenerazione. Il motore è stato progettato per essere un sistema completamente integrato altamente affidabile, straordinariamente efficace e "invisibile" al cliente. I nostri sono sistemi compatti che vengono installati all'interno degli alloggiamenti motore esistenti delle nostre macchine".
 

L'offerta Stage V

Nella versione Stage V, il motore JCB Dieselmax 430 da 3,0 litri continuerà a fornire una potenza di 74 CV e una coppia di 410 Nm. Beneficerà dell'aggiunta di un turbocompressore wastegate elettronico e di un sistema DOC e filtro DPF compatto e sarà dotato di tecnologia di arresto automatico e intervalli di manutenzione fino a mille ore, riducendo in modo significativo i costi operativi per i clienti.

"Questo motore sarà utilizzato in molte delle macchine di fascia media di JCB - ha affermato Tolley - e offrirà vantaggi in termini di costo di proprietà, minori consumi di carburante, intervalli di assistenza prolungati e tecnologie di arresto automatico".

"I motori JCB 448 da 4,8 litri e da 108 a 174 CV - ha prosguito Tolley - dotati del nuovo controllo combinato del particolato e della tecnologia di riduzione del NOx di JCB, saranno utilizzati negli escavatori e pale caricatrici JCB, così come nelle terne, nei sollevatori telescopici e in altre macchine della gamma".
Questo motore vanta anche un turbocompressore wastegate e una tecnologia di arresto automatico per ridurre il consumo di carburante.

In questo articolo

Marchi e aziende

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione
I nostri Partner

Macgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)