Modello aggiunto al confronto

Vai al confronto

Modello rimosso dal confronto

Sono già presenti 5 modelli per il confronto, non è possibile aggiungerne altri

Vai al confronto

Macgest - Trattori e macchine agricole, con un click

2016

24

Actiroll, Turbo, i-Plough e Kultistrip, la preparazione del terreno secondo Kverneland

Lavorazione del terreno; rulli; coltivatori; aratri

Autore: Massimiliano Rinaldo

Oltre al rullo Actiroll Classic da 6,30m, novità assoluta per il mercato europeo, ad Eima saranno presenti anche il coltivatore Kverneland Turbo, l’innovativo strip tiller Kultistrip e la nuova generazioni di aratri Kverneland 2500 che rappresentano una novità per tutti gli operatori di settore italiani.
 

Rullo compattante Actiroll Classic

 
Actiroll Classic
Kverneland presenta il nuovo rullo compattante Actiroll Classic da 6.30m, ad anelli rotanti Cambridge da 500/530mm di diametro che ne consentono l’utilizzo anche su terreni seminati per favorire l’emergenza delle colture.

Grazie al sistema autolivellante Contoura, le sezioni laterali seguono perfettamente il terreno mantenendo comunque costante il peso a terra. Il telaio in acciaio con sezioni da 100x150 assicura una certa robustezza e grazie alla chiusura pieghevole idraulica l’ingombro per il trasporto su strada si riduce a 2.50m.

Inoltre, grazie alla sua agilità, le manovre di fine campo diventano semplici e veloci, mentre la guida su strada appare sempre sicura e stabile. Il peso e la struttura particolare del telaio lo rendono efficace anche per la preparazione del letto di semina quando vi sia bisogno di un ulteriore affinamento del terreno in seguito alle lavorazioni di preparazione tradizionali.
 

Coltivatore combinato Kverneland Turbo

Turbo
Ad Eima 2016 sarà presente nella versione 6500T da 6,5 metri ma verrà commercializzato anche con larghezza di 8 metri, mentre la larghezza per il trasporto su strada è sempre inferiore ai 3 metri.

Progettato per lavorare fino a 15 cm di profondità, è ideale per la preparazione del letto di semina su terreno coperto da residui colturali e da malerbe. Turbo si struttura in tre cantieri di lavoro, il primo dei quali è dotato di 5 file di denti flessibili “a S” che smuovono il suolo sui residui colturali senza intasamenti grazie alla notevole distanza fra le file di denti (tra i 510 e i 900 mm).

I denti “a S” sono caratterizzati da un’ampia spirale che sommata alla luce da terra di 700mm conferiscono grande flessibilità e provocano vibrazioni elevate, che portano ad un eccellente sminuzzamento delle zolle. Essi vengono forniti con diverse punte fra cui scegliere in base alle condizioni operative.
Posteriormente alle 5 file di denti sono montati denti livellatori per pareggiare il terreno.

Infine, la terza sezione di lavoro può essere costituita abbinando Il Kverneland Turbo ai rulli attivi Kverneland, come l’Actipack da 560mm, l’Actiflex da 580mm o l’Actiring da 540mm.

Per bilanciare ulteriormente i pesi e garantire uniformità di lavoro, i coltivatori Turbo si avvalgono di 4 ruote frontali, cosicché le 3 sezioni risultano una indipendente dall’altra.

Tutti i modelli dispongono di frenatura idraulica o pneumatica, per favorirne la sicurezza in trasporto.
 

Pentavomere Kverneland I-Plough 2500

I-Plough 2500
Rappresenta una novità per un segmento di mercato in crescita, quello dei “5-6 corpi” semiportati per trattori di potenza sino a 280 CV.

Il telaio principale senza saldature, è sviluppato secondo il concetto “Aero Profile” con luce libera da terra di 80 cm e distanza tra i corpi maggiorata, evita intasamenti anche in presenza di abbondanti residui colturali.

Kverneland I-Plough 2500 è prodotto in versioni da 4 a 6 corpi, di 85 o 100 cm con diverse novità strutturali.

La testata di attacco a ribaltamento intelligente di categoria III permette lo snodo della parte superiore della stessa dal corpo dell’aratro senza che vi sia il bisogno di sconnettere il terzo punto, liberando così la barra di traino, operazione che consente all’aratro di spostarsi lateralmente rispetto all’asse del trattore per permetterne il traino su strada.

I vomeri sono dotati di Sistema “Autoreset” a balestra “multifoglia”, che in caso di ostacoli assicura un rilascio morbido e senza strappi di ogni singolo corpo ritornando automaticamente nella posizione originaria.
Gli avanvomeri di nuova concezione, con regolazione centralizzata dell’altezza di lavoro vengono regolati simultaneamente.
La larghezza di aratura può essere variata durante il lavoro direttamene dalla cabina, passando da una larghezza del solco di 35cm ad una di 45 grazie al brevettato sistema di regolazione meccanica o idraulica Variomat.

Su richiesta è possibile allestire Kverneland 2500 con il “Packomat”, un rullo compattatore integrato con attacco diretto all’aratro, che lavora a lato dei coltri producendo uno sminuzzamento delle zolle.
 

Strip-tiller Kverneland Kultistrip

Kultistrip
Per rispondere alla crescente richiesta di strip tiller, Kverneland ampia la propria gamma Kultistrip aggiungendo ai modelli a telaio rigido con larghezze di lavoro da 3, 4,5 e 6 metri, nuovi modelli da in versione pieghevole da 4,5 e 6 metri, chiamati rispettivamente 4500F e 6000F.
Su di essi è possibile formare rispettivamente combinazioni di 6 o 8 file per la semina del mais e 9 o 12 file per la semina della barbabietola da zucchero o della soia.

Kultistrip unisce in un unico passaggio l’azione di cinque diversi utensili.

I dischi a profilo ondulato aprono il terreno e sminuzzano i residui colturali, le ruote a stella allontanano i residui colturali dal solco lavorato mentre le ancore rompono il suolo ad una profondità da 15 a 30 cm.
I dischi laterali, montati a lato delle ancore servono a definire la larghezza di lavoro mentre i rulli di pressione, di diversa tipologia, a V, Rigidi o Farmflex, servono per pareggiare e riconsolidare il terreno.
Con il ripiegamento in 3 sezioni del nuovo telaio, Kultistrip assume un’altezza in trasporto di 3 m, e per assicurare la massima sicurezza anche a velocità elevate consente di bloccare idraulicamente le ali laterali, mentre il parallelogramma delle file viene sollevato e bloccato meccanicamente.

Punti di forza del Kultistrip sono la regolazione indipendente di tutte e cinque le aree di lavoro e il fatto di disporre di un equipaggiamento per la distribuzione del fertilizzante in forma liquida o granulare di serie.

In questo articolo

Marchi e aziende

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione
I nostri Partner

Macgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)