Modello aggiunto al confronto

Vai al confronto

Modello rimosso dal confronto

Sono già presenti 5 modelli per il confronto, non è possibile aggiungerne altri

Vai al confronto

Macgest - Trattori e macchine agricole, con un click

Glossario

« torna all'elenco dei termini

Mietitrebbiatrice

Macchina agricola semovente che realizza l'intero ciclo di lavoro (mietitura, trebbiatura, pulizia ed immagazzinamento temporaneo del seme e spesso trinciatura dei residui colturali) con una sola passata in campo. Viene utilizzata per colture quali frumento, riso, orzo, sorgo, mais, avena, segale, farro, leguminose da granella, girasole etc. e si compone principalmente di quattro parti: un telaio portante, una testata raccoglitrice anteriore, il battitore, e un duplice sistema di pulizia. Il telaio portante è costituito da una struttura in metallo che poggia su due assi posti uno anteriormente, sul quale sono applicate le ruote motrici, ed uno posteriormente che si scarica sulle ruote direttrici. La testata raccoglitrice, che ha lo scopo di realizzare il distacco dei fusti o delle parti utili di questi ed indirizzare il raccolto verso la parte interna della macchina, comprende una barra falciante, con lama dotata di movimento rettilineo alternativo e che scorre su un portalama fisso a denti normali, alle cui estremità sono montati gli spartitori che svolgono la funzione di delimitare la lunghezza del taglio e convogliare il prodotto verso l'apparato mietente. Ne esistono di diverse tipologie e tutte sono di tipo intercambiabile. In particolare si trovano: testate falcianti generiche per grano, orzo, soia, triticale, colza, fave e altre colture a fusto esile in quanto realizzano il raccolto tagliando lo stelo e convogliando all'interno della macchina quasi tutta la pianta; testate "spannocchiatrici" per il mais che staccano le sole spighe o "pannocchie", lasciando a terra il fusto della pianta; testate taglianti per colture particolari, per esempio il girasole, munito di stelo tenace e spesso; testate raccoglitrici per colture già mietute e sistemate in andane, adatte in particolare alla trebbiatura di colture come il trifoglio o in generale specie erbacee che richiedono un periodo di alcuni giorni di essiccazione spontanea tra il taglio e la trebbiatura. All'interno del corpo macchina il prodotto incontra l'aspo battitore, costituito da un tamburo rotante munito di rilievi e avvolto in parte da un controbattitore avente struttura fissa semicircolare e munita di denti elastici. La rotazione causa la frizione del prodotto raccolto tra battitore e controbattitore provocando il disgregamento delle parti provviste di granella e la successiva separazione di quest'ultima dal resto delle parti vegetali. Infine, si collocano gli apparati di pulizia, distinti a seconda del tipo di prodotto che devono accogliere (granella o parti vegetali di scarto). Nei modelli convenzionali le parti di scarto sono trasportate verso apparati scuotipaglia, per lo più costituititi da telai multipli indipendenti, o da un unico telaio, con risalti a sega, che con il loro movimento oscillatorio liberano la restante granella, mentre convogliano la paglia all'uscita. Per la granella è invece preposto un apparato di pulizia, situato nella parte bassa del corpo macchina, composto da due sistemi di vagli vibranti e da un impianto di ventilazione forzata che asporta le parti di scarto volatili garantendo la produzione di un flusso di granella pulita che viene avviato al serbatoio solitamente collocato nella parte alta della macchina


Termini correlati: Mietitrebbiatrice autolivellante , Mietitrebbiatrice con battitore a flusso assiale , Mietitrebbiatrice con battitore longitudinale , Mietitrebbiatrice con battitore trasversale

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione
I nostri Partner

Macgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)