Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

Registrati gratis

Iscriviti alla Community di Image Line Network per utilizzare tutte le funzioni del calcolo costi.

Registrati gratis

Registrati gratuitamente per inviare una richiesta di informazioni.

Hai aggiunto un modello al confronto

Puoi selezionare fino ad un massimo di 5 modelli per metterli a confronto e consultarne le schede tecniche affiancate. Per vedere il confronto tra i modelli selezionati clicca sul pulsante Confronta.

Vuoi eliminare questo modello dal confronto?

Vuoi eliminare tutti i modelli dal confronto?

Hai selezionato solo 1 modello

Seleziona almeno 2 modelli per metterli a confronto.

Hai già selezionato 5 modelli

Elimina almeno un modello dal confronto per aggiungerne altri.

201619ott

Intervitis Intefructa Hortitechnica, assegnati i premi per l'innovazione

Una giuria di trenta esperti ha deciso i premi per le più importanti innovazioni in viticoltura e colture speciali, che saranno assegnati a fine novembre in fiera a Stoccarda
ch500-carl-hoffmann-fonte-messe-stuggart.jpg

La CH500 della Carl Hoffmann, premiata con la medaglia d'oro a Intervitis Interfructa Hortitechnica

Una giuria internazionale composta da 30 esperti ha scelto sette tra gli oltre cinquanta candidati al premio innovativo di Intervitis Interfructa Hortitechnica 2016, fiera internazionale delle tecnologie per il vino, succhi di frutta e colture speciali in programma a Stoccarda, dal 27 al 30 novembre.

La nostra giuria prevede standard molto elevati – ha sottolineato Norbert Weber, presidente dell’associazione dei viticoltori tedeschi – per questo motivo quest’anno non è stato possibile utilizzare tutte e quattro le medaglie d’oro e altrettanto d’argento per premiare le candidature più valide, senza contare poi i tre premi speciali previsti”.

La prima medaglia d’oro è andata alla ditta Carl Hoffmann Landmaschinen di Piesport, sulla Mosella, nella categoria “Tecnologie di coltivazione e raccolta”. La CH 500 è infatti la prima macchina a prezzo accessibile, destinata alla viticoltura su ripidi pendii. La seconda medaglia d’oro è stata invece dall’azienda italiana Tmci Padovan per lo sviluppo dei un potente filtro cross-flow. Essendo dotato di un elevato grado di automazione e di comando, il filtro è in grado di abbassare notevolmente le spese per il personale in azienda e di ridurre al minimo il fabbisogno energetico nella filtrazione del vino torbido. Tmci Padovan sarà quindi premiata per la categoria “Lavorazione e procedimenti per la produzione”.

Le medaglie d’argento sono andate invece a cinque innovazioni. L’erpice a dischi con l’innovativa possibilità di regolazione idraulica, sviluppato dalla ditta Herzau + Schmitt di Fulda, in grado di agevolare notevolmente il lavoro, ha vinto il riconoscimento per la categoria “Tecnologie di coltivazione e raccolta”. L’enzima Trenolin®BouquetPlus dell’azienda Erbsloh di Geisenheim, anch’essa medaglia di argento, ma per la categoria “Lavorazione e procedimenti per la produzione”, garantisce l’ottimizzazione della qualità del vino, consentendo di migliorare l’aroma anche di vini abboccati.

Per quanto riguarda il sapore dei tappi, due aziende, la tedesca Amorim Cork e la portoghese M.A. Silva Corticas, hanno sviluppato procedure di test preventive per creare tappi di sughero dal sapore neutro. Entrambe saranno premiate in fiera per la categoria “Tecnologie di imbottigliamento e confezionamento”.

Infine, per la categoria “Organizzazione e commercializzazione”, l’ultima medaglia d’argento è andata a una nuova piattaforma informatica, creata dalla Bayerischen Landesanstalt fur Weinbau und Gartenbau (Istituto bavarese per la viticoltura e l’orticoltura) di Veitshochheim. La piattaforma BayweinTek risulta quindi un punto d’incontro. Infine la giuria ha assegnato tre riconoscimenti speciali, andando a premiare sforzi importanti compiuti nel settore dell’indotto, alla ricerca continua di metodi e lungimiranti per risolvere i problemi legati ai cambiamenti climatici nel settore enologico.

Le aziende Erbsloh di Geisenheim e Lallemand di Vienna presentano sul mercato nuovi ceppi di lieviti; inoltre l’azienda austriaca ha ricevuto un altro premio speciale per un prodotto che protegge il vino da batteri dell’acido lattico e acetico, riducendo così il rischio di anomalie e di danni all’aroma in fase di fermentazione.

In qualità di organizzatori della fiera, in collaborazione con la Dlg – ha ricordato Norbert Weber – l’associazione di viticoltori tedeschi premia le innovazioni e le migliorie più interessanti, presentate dagli espositori, in grado di apportare progressi nel nostro settore. Le innovazioni tecniche consentono di migliorare costantemente la qualità dei prodotti e di acquisire nuovi clienti in un panorama competitivo globale”.

Lo scambio di esperienze e informazioni tra scienziati, consulenti, rappresentanti dell’indotto e agricoltori contribuisce enormemente a stimolare il processo di innovazione e sviluppo tecnico – ha sottolineato Rudolf Nickenig, segretario generale dell’Associazione viticoltori tedeschi – Intervitis Interfructa Hortitechnica offre ai visitatori la possibilità irripetibile di conoscere le innovazioni del settore. Ecco perché il premio innovativo rappresenta un elemento centrale della manifestazione. La combinazione tra fiera specialistica di carattere mondiale, congresso internazionale sulla viticoltura, presentazione di nuove macchine, mostra speciale 'Droni e robotica', workshop di degustazione e colloqui al 'Weintreff'".
 
Per maggiori informazioni sulle innovazioni per l'orticoltura, leggi lo

speciale dedicato a "Italians take the field" by DLG Italia.


Altre news relative a...