Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Registrati gratis

Iscriviti alla Community di Image Line Network per utilizzare tutte le funzioni del calcolo costi.

Registrati gratis

Registrati gratuitamente per inviare una richiesta di informazioni.

Hai aggiunto un modello al confronto

Puoi selezionare fino ad un massimo di 5 modelli per metterli a confronto e consultarne le schede tecniche affiancate. Per vedere il confronto tra i modelli selezionati clicca sul pulsante Confronta.

Vuoi eliminare questo modello dal confronto?

Vuoi eliminare tutti i modelli dal confronto?

Hai selezionato solo 1 modello

Seleziona almeno 2 modelli per metterli a confronto.

Hai già selezionato 5 modelli

Elimina almeno un modello dal confronto per aggiungerne altri.

Novità dalle aziende
201621dic

Hortitechnica, Sfoggia: "Il futuro è qualità ed efficienza"

Intervista a Giuliano Rizzato dell'impresa veneta sul bilancio della partecipazione a Hortitechnica come partner dello Speciale Cespo di Dlg Italia
pacciamatrice-v140-fonte-sfoggia.jpg

La Pacciamatrice V140 portata a Hortitechnica da Sfoggia

Grande protagonista dello Speciale Cespo “Italians take the field” della Dlg Italia, a Hortitechnica 2016, nell’ambito di Intervitis Interfructa, è stata sicuramente Sfoggia, azienda meccanica del trevigiano, specializzate nelle macchine agricole, in particolare seminatrici e trapiantatrici.

Sfoggia ha portato a Hortitechnica quattro macchine: la pacciamatrice V140, utile per la stesura del nylon di pacciamatura sul terreno; la trapiantatrice Plantec One, che garantisce il trapianto di piantine con zolletta conica, piramidale e cubica; Calibra, la seminatrice monogerme per ortaggi, e infine la sarchiatrice Thema, utile per la coltivazione interfilare e la pulizia da infestanti.

Il bilancio della manifestazione è positivo – commenta Giuliano Rizzato, responsabile formazione commerciale di Sfoggia – All’evento dello Speciale Cespo c’è stata molta partecipazione, complice la novità della messa in campo, dal vivo, delle lavorazioni nella coltura speciale dell’insalata da cespo. Far vedere le lavorazioni al pubblico, con le macchine accese, è stato il vero valore aggiunto, per cui bisogna ringraziare la Dlg Italia per l’ottima idea e anche le altre aziende partner che, insieme a noi, hanno creduto in questo progetto”.

Per noi il mercato nord-europeo è importante e presenta dei buoni margini di crescita su cui vogliamo lavorare – continua Rizzato – a Hortitechnica abbiamo portato il meglio della nostra tecnologia e dell’innovazione per alcune precise lavorazioni. Puntiamo in futuro sempre di più sulla qualità e l’efficienza dei nostri prodotti”.

Vedi qui sotto l'intervista a Giuliano Rizzato realizzata durante Hortitechnica